Congestion charge Milano: Area C, tariffe, divieti, esenti

Scritto da: -

Dal 16 gennaio 2012, entrano in vigore a Milano le nuove regole dell'Area C, con l'introduzione della Congestion charge con l'obiettivo di ridurre traffico e inquinamento.

Immagine di anteprima per Smog Milano.jpgLa Congestion Charge per l”Area C a Milano sarà in vigore dal prossimo 16 gennaio ed introdurrà nuove regole per la circolazione dei veicoli all’interno della cerchia dei Bastioni.

Con la sostituzione dell’Ecopass e l’introduzione della Congestion Charge (Area C), Milano introdurrà una regolamentazione sistematica della circolazione di automobili nel tessuto urbano che sarà valida dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30.

L’obiettivo del Comune è ridurre drasticamente lo spaventoso traffico automobilistico che oggi infesta la città di Milano, promuovendo mobilità sostenibile e mezzi pubblici, e diminuendo i livelli di smog, giunti ormai a livelli insostenibili per la salute pubblica.

L’Area C è introdotta a titolo sperimentale per un periodo di 18 mesi, in (parziale) applicazione dell’esito del referendum consultivo del 13 giugno 2011.

Non mancano le proteste contro la Congestion Charge varata dalla Giunta Pisapia, anche perché perr molti italiani l’automobile sembra diventata un’abitudine irrinunciabile.

Nel quesito referendum, largamente approvato dai milanesi con quasi l’80% di SI, si chiedeva “un piano di interventi per potenziare il trasporto pubblico e la mobilità pulita alternativa all’automobile, attraverso l’estensione a tutti gli autoveicoli (esclusi quelli ad emissioni zero) e l’allargamento progressivo fino alla cerchia filoviaria del sistema di accesso a pagamento, con l’obiettivo di dimezzare il traffico e le emissioni inquinanti”, e con l’adozione di una vasta serie di precise misure (QUI il testo integrale).

Qui di seguito, vediamo quali veicoli potranno accedere alla Cerchia dei Bastioni ed a quali condizioni:

Accesso libero
L’accesso sarà libero per i veicoli elettrici. Per tutto l’anno 2012, non sarà dovuto il pagamento della tariffa d’accesso neppure per i veicoli ibridi, bifuel, metano e GPL, per i quali l’obbligo di pagare scatterà dal primo gennaio 2013.

Accesso vietato
Accesso alla cerchia dei Bastioni assolutamente vietato per i veicoli di lunghezza superiore a 7 metri, quelli alimentati a gasolio Euro 0, 1, 2, 3 ed a benzina Euro 0.
Beneficeranno comunque della deroga di un anno: i bus turistici alimentati a gasolio Euro 3,  i veicoli a gasolio Euro 3 di proprietà di soggetti che residenti o assimilati all’interno della Zona a Traffico Limitato della Cerchia dei Bastioni, e quelli destinati al trasporto cose, a gasolio Euro 3, rispondenti a specifici requisiti legati all’espletamento di servizi di pubblica utilità e di servizi a favore delle residenze.

Accesso a pagamento
L’obbligo del pagamento della tariffa si applicherà da subito ai veicoli alimentati a benzina Euro 1 e successivi ed a quelli a gasolio/diesel Euro 4 e successivi.

Esenti dal pagamento della tariffa
I mezzi che potranno comunque circolare in base ad un’apposita autorizzazione, includono: i veicoli adibiti a servizi di pubblica utilità limitatamente a interventi di emergenza e di pubblico interesse e quelli di corpi di polizia e forze armate; le autoambulanze; i veicoli adibiti al trasporto disabili; i veicoli adibiti a servizi pubblici di trasporto o a servizio di taxi e di noleggio con conducente sino a 9 posti; i ciclomotori e motocicli; i veicoli di proprietà di Enti Pubblici; i mezzi dei Corpi diplomatici e consolare; i mezzi di giornalisti e poligrafici alle dipendenze di gruppi editoriali con sede nella Cerchia dei Bastioni per esigenze di servizio.

Domiciliati, residenti e assimilati
Fermi i divieti assoluti di circolazione, i domiciliati, residenti e assimilati nella Cerchia dei Bastioni avranno diritto, annualmente e previa registrazione, a 40 accessi gratuiti, mentre dal quarantunesimo ingresso beneficeranno di una tariffa agevolata di 2 euro.

Tariffe della Congestion Charge
La tariffa standard per l’accesso alla nuova Zona a Traffico Limitato all’interno della Cerchia dei Bastioni è fissata in 5 euro. Il pagamento della tariffa consentirà un numero di accessi illimitato nell’arco della stessa giornata.
Per domiciliati, residenti e assimilati, la tariffa scatta dal quarantunesimo accesso e sarà pari a 2 euro.
I veicoli adibiti al trasporto di “cose di servizio”, fermi restando divieti assoluti e deroghe per i casi di pubblica utilità, e previa registrazione, saranno tenuti al pagamento di una tariffa di cinque euro, inclusiva del diritto a sostare gratuitamente sulle strisce blu fino a due ore. Per coloro che non fossero interessati alla sosta gratuita, la tariffa sarà pari a tre euro.

Come e dove acquistare i “biglietti” per l’accesso all’Area C
I titoli per accedere all’Area C potranno essere acquistati ai parcometri, presso i rivenditori autorizzati (tabaccai e probabilmente edicole), agli sportelli ATM di Banca Intesa e su Internet secondo le modalità che saranno diffuse dal Comune. Saranno disponibili biglietti unitari e pacchetti da 30 e 60 euro.
Attenzione, i titoli di accesso, dopo l’acquisto, dovranno essere attivati per il giorno di utilizzazione. Nel caso di acquisto effettuato presso parcometri o Banca Intesa, l’attivazione è fatta in quel momento. In tutti gli altri casi, occorrerà procedere all’attivazione secondo il proprio uso, tramite SMS, call center o internet. L’attivazione può essere fatta utilmente anche nelle 24 ore successive al transito.

I controlli saranno garantiti in particolare attraverso un fitto sistema di telecamere.

Per tutti gli accessi effettuati fino dal 16 gennaio, sarà possibile pagare la tariffa dovuta entro il 17 marzo 2012 senza incorrere in multe.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!