Manovra economica Monti: il Parlamento blocca i tagli alla politica

Scritto da: -

I parlamentari italiani trovano il modo per salvare i loro privilegi dai tagli imposti dal governo Monti. Pronto un emendamento salva-casta, che rinvia i tagli agli stipendi dei politici, appoggiato da tutti i partiti tranne l'IDV.

la casta dei politici e lo scandalo dei privilegi

La Crisi economica è tanto grave che non c’è tempo per riconsiderare la riforma delle pensioni o la reintroduzione dell’ICI

Ma sui tagli agli stipendi dei parlamentari il tempo per un ripensamento c’è sempre; e cosi’, mentre milioni di italiani si fanno i conti in tasca per capire se riusciranno a tirare avanti nonostante i nuovi sacrifici, i politici italiani hanno dedicato gli ultimi giorni ad un’unica vera preoccupazione: trovare il trucco per salvare i loro privilegi e farlo digerire al popolino nascondendolo in una nebbia di parole.

Tutti i partiti, tranne l’IDV, sono pronti a far saltare il taglio agli stipendi dei parlamentari previsto nella manovra Monti e sembra siano già riusciti a trovare il modo per riuscirci.

Con la scusa di preservare l’”autonomia del parlamento” e di evitare di farsi “commissariare” dal governo, le forze politiche hanno escogitato un emendamento per rinviare le scadenze tecniche imposte alla commissione Giovannini, con la conseguenza di impedire al governo Monti di adottare subito i tagli alla politica nell’ambito di questa manovra economica.

I sacrifici dei politici sarebbero quindi rinviati ad aprile, per poi essere destinati a nuovi rinvii da una casta che sembra non stancarsi mai di prendere in giro gli italiani.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!