Ministro Fornero: reddito minimo garantito per chi non ha lavoro

Scritto da: -

Reddito minimo garantito per chi è senza lavoro, è l'idea del Ministro Fornero che arriverà sul tavolo del Consiglio dei Ministri dalla prossima settimana. Da definire, costi e condizioni.

Immagine di anteprima per elsa-fornero.jpgIl Ministro del lavoro Elsa Fornero studia l’introduzione del reddito minimo garantito per chi è senza lavoro.

La novità, clamorosa, è stata annunciata oggi dalla stessa Fornero mentre anticipava alcune delle novità sul tavolo nel quadro della riforma delle pensioni.

Per Elsa Fornero, è “necessario migliorare il mercato del lavoro soprattutto per giovani e donne, con l’obiettivo di dare ai lavoratori piu’ svantaggiati e precari, chance in piu’ di lavoro vero“.

Dopo tante voci sui sacrifici necessari per risollevare l’economia italiana dalla crisi, l’introduzione di un reddito minimo garantito per i disoccupati è la prima vera misura attiva ventilata dal governo Monti.

In Europa, l’Italia è con l’Ungheria l’unico Paese che non prevede un sistema ordinario di prestazioni ai disoccupati.

I dettagli del provvedimento, che sarà discusso dal Consiglio dei Ministri a partire dalla prossima settimana, sono ovviamente tutti da definire. Da un lato, si tratterà di individuare le condizioni per il riconoscimento del diritto al reddito minimo garantito, il periodo massimo delle prestazioni e l’ammontare mensile degli assegni. Dall’altro occorrerà capire come finanziare il reddito minimo garantito, se realizzarlo sul modello delle assicurazioni sociali dei Paesi del nord Europa o piuttosto strutturarlo nelle forme di una prestazione assistenziale.

Per lungo tempo, l’attenzione si è concentrata esclusivamente sulle tutele economiche riconosciute a certe categorie di lavoratori messi in cassa integrazione o posti in mobilità. Da questo tipo di tutele sono esclusi moltissimi lavoratori, in primis i giovani alla ricerca del primo lavoro, i lavoratori atipici e a contratto, e tutti i lavoratori licenziati al di fuori dell’ambito di applicazione della cassa integrazione e della messa in mobilità.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Sostenibile.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano